Informativa e consenso per l'uso dei cookie

Accetto Il nostro sito salva piccoli pezzi di informazioni (cookie) sul dispositivo, al fine di fornire contenuti migliori e per scopi statistici. È possibile disattivare l'utilizzo di cookies modificando le impostazioni del tuo browser. Continuando la navigazione si acconsente all'utilizzo dei cookie.


 

Centro Linguistico di Ateneo

Obiettivo di un ambiente di formazione come il Centro Linguistico di Ateneo UniCal è quello di onorare il merito attraverso la formulazione di bandi e l’erogazione di Borse di Studio e Premialità. Un’attività possibile attraverso l’impegno con cui il CLA si apre alla popolazione studentesca e al territorio mettendo in campo corsi di insegnamento, aderendo a bandi regionali e nazionali per l’erogazione di formazione nell’ambito delle lingue straniere e, in particolare, della lingua inglese.
Le Borse di Studio di cui hanno usufruito gli studenti meritevoli, individuati all’interno di quelli iscritti ai corsi offerti dal CLA, come ad esempio il progetto Clac – iniziato nel 2008 e proseguito fino al 2013 – sono identificate in soggiorni di studio nel Regno Unito, durante i uali i meritevoli hanno avuto modo di affinare le conoscenze e le competenze maturate nelle ore di corso all’UniCal.


 


Borsa di studio Guido Puccio

 

Il Centro Linguistico di Ateneo UniCal e l'Associazione Italo-Slava di Roma nell’agosto del 2017 hanno erogato una borsa di studio intitolata alla memoria di Guido Puccio, docente universitario della Facoltà di Scienze Politiche presso l’Università “Sapienza” di Roma. Un’occasione, questa, per ripercorrere e divulgare l’apporto di un illustre studioso della Calabria che si è distinto in numerosi campi con studi e approfondimenti mirati alla conoscenza della lingua inglese e opere di valore socio-politico. Linguista, docente e giornalista il calabrese Puccio si è distinto, tra l’altro, per i suoi studi sulla fonetica della lingua inglese, producendo ben trentuno pubblicazioni in merito, si interessò della questione della lingua italiana a Malta e per la sua febbrile attività di studioso fu insignito della medaglia d’oro della Pubblica Istruzione per meriti culturali. Tra le sue numerose pubblicazioni spiccano: Studio sui Sepolcri, The Son, Perché Amleto non si uccide, Esperienze nord-americane, I Lapponi nomadi, Shakespeare negli archivi di Chancery Lane, Viaggio nella memoria di un giornalista (premiato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri nel 1975), La questione della lingua italiana a Malta. La vicinanza con il mondo slavo, da cui l’interesse dell’Associazione Italo Slava con sede a Roma, trova la sua ragione d’essere nel matrimonio con Marta Szuch Rydzewska, sempre ricordata nelle valenti poesie di Puccio.
A ricevere la borsa di studio, Barbara Battaglia, iscritta al corso di laurea magistrale in lingue e letterature moderne dell’UniCal. La sua partecipazione al bando, emanato nel marzo dello scorso A.A., ha previsto l’analisi della tesi di laurea triennale dei candidati e un colloquio esplorativo che ha visto i migliori laureati interessati al bando misurarsi davanti a una commissione qualificata.
Da un punto di vista squisitamente formativo la Borsa di Studio ha come obiettivo l'approfondimento delle competenze in Lingua Inglese e la conoscenza delle opere e degli studi linguistici e socio-politici svolti da Guido Puccio, professore ad inizio del novecento presso l'Università Sapienza di Roma.
Poi, la Borsa di Studio Guido Puccio è andata a suggellare la convenzione, stipulata nel 2015, tra il Centro Linguistico d’Ateneo UniCal, al quale si deve l’apporto scientifico, e l’Associazione Italo Slava da cui è partito lo stanziamento di fondi necessario per l’erogazione del riconoscimento accademico. In particolare a coordinare le attività finalizzate alla realizzazione della borsa di studio sono state la prof.ssa Carmen Argondizzo, nel ruolo di Presidente del CLA, e la dott.ssa Matilde Zinzi in qualità di Presidente dell'Associazione Italo-Slava. Una maniera per onorare la memoria dello studioso calabrese, fortemente voluta dai figli Gianni e Ninì Puccio con lo scopo di valorizzare giovani talenti calabresi che ha permesso, in questa sua prima edizione, alla dottoressa Battaglia, vincitrice del bando, di trascorrere un soggiorno di studio e di approfondimento presso la Regent School di Cambridge, in Inghilterra. Al termine del soggiorno formativo Battaglia ha redatto una tesi in lingua inglese su una tematica specifica già di interesse del prof. Guido Puccio.

Il Centro Linguistico di Ateneo si augura che questa fruttuosa collaborazione possa continuare a valorizzare un numero sempre più ampio di studenti calabresi meritevoli.

Icon Relazione curata da Barbara Battaglia (747,8 KB)